Le certificazioni navali e offshore sono essenziali per la sicurezza in mare

Meeting Marine and Offshore Approvals is Key to Delivering Safety at Sea Marine Mobile Systems Division EuropeLa navigazione sicura delle navi in condizioni marittime complesse è una dimostrazione dell’abilità dell’equipaggio e delle prestazioni delle apparecchiature utilizzate.Nelle applicazioni offshore, le condizioni ambientali possono diventare altamente imprevedibili, con ampie oscillazioni di temperatura, umidità e vibrazioni. Tutto questo mette a dura prova sia la strumentazione che le apparecchiature di automazione, in uno scenario in cui le prestazioni di tali sistemi sono estremamente importanti per gli operatori

Per fortuna, esistono certificazioni navali obbligatorie che garantiscono che gli apparecchi essenziali ai fini della sicurezza installati a bordo delle navi classificate siano adatti all’attività da realizzare. Ad esempio, le rigorose specifiche dei test UR-E10 della International Association of Classification Societies (Associazione internazionale delle società di classificazione) non sono altro che requisiti particolarmente stringenti per le prove effettuate su apparecchiature elettriche, elettroniche e programmabili destinate ai sistemi di controllo, monitoraggio, allarme e protezione utilizzati nelle navi e in altre applicazioni offshore.

Nella sostanza, la certificazione UR-E10 serve a dimostrare il regolare funzionamento delle apparecchiature in condizioni di prova specifiche, senza dubbio un presupposto confortante in ambienti marittimi e offshore, dove le onde si ingrossano e il tempo cambia repentinamente.

 

Progettazione mirata al rispetto di standard rigorosi

Per i fornitori di apparecchiature, riuscire a soddisfare i requisiti della certificazione UR-E10 è il risultato di una progettazione meditata in ogni fase del processo di sviluppo del prodotto, che vede gli ingegneri lavorare sodo per far sì che le apparecchiature soddisfino le più alte aspettative in tema di prestazioni elettriche, interferenze elettromagnetiche EMI) e ambientali. Nello specifico, per la certificazione UR-E10 occorre effettuare tutta una serie di test multi-punto che coprono diversi aspetti legati alle prestazioni, tra cui test dei guasti all’alimentazione esterna, di immunità a sovracorrente e scariche elettrostatiche (ESD), di caldo secco e caldo umido, di vibrazioni e autoestinguenza, etc.

Pertanto, ottenere la certificazione navale non un’impresa semplice. Ed è per questo che in Parker siamo lieti di annunciare che l’interfaccia uomo-macchina Pro Display 10 ha ottenuto la certificazione UR-E10 e soddisfa pure i requisiti di compatibilità elettromagnetica (EMC) per l’installazione in aree di distribuzione dell’alimentazione generale, offrendo ai clienti una soluzione di interfaccia uomo-macchina (HMI) a ingombro ridotto, conveniente ed affidabile, specifica per applicazioni marittime e offshore.

Oltre a garantire ottime prestazioni nelle condizioni più complesse, Pro Display 10 è dotata di una serie di funzionalità di supporto agli equipaggi.Il robusto modulo del display da 10” con funzionalità multitouch assicura un funzionamento semplice, anche in caso di mare in burrasca.L’interfaccia touchscreen consente un’interazione rapida e accurata con le app del display, sebbene la piattaforma possa anche essere controllata utilizzando pulsanti a distanza o una ruota fonica se lo si preferisce.

Inoltre, l’utilizzo della tecnologia In-Plane Switching (IPS) garantisce immagini nitide e una riproduzione fedele dei colori da diverse angolazioni, caratteristiche particolarmente importanti per le applicazioni marittime, soggette a variazioni delle condizioni di luce molto frequenti.

 

Software intuitivo per ottimi risultati

Meeting Marine and Offshore Approvals is Key to Delivering Safety at Sea Pro Display Mobile Systems Division EuropeIn termini di sviluppo software, Pro Display è una piattaforma basata su app che fornisce strumenti per creare applicazioni avanzate in modo rapido. UX Toolkit di Parker garantisce maggiore usabilità alle applicazioni HMI per i clienti grazie a funzionalità moderne quali l’interfaccia utente dinamica, animazioni UI fluide e la gestione dei dati intelligente e intuitiva. Con Pro Display, gli utenti del settore marittimo possono utilizzare funzioni HMI personalizzate, tra cui funzionalità meccaniche, di diagnostica, per il monitoraggio e la visualizzazione dei dati e per la gestione del lavoro. 

Inoltre, Pro Display 10 può fungere da unità HMI centrale nel sistema o come display indipendente.Le numerose interfacce di comunicazione si dimostrano particolarmente versatili da utilizzare nelle applicazioni marittime. Ad esempio, quattro bus CAN e Ethernet supportano la comunicazione su vari sistemi nell’applicazione. Oltre alle due interfacce per telecamera analogica, è possibile collegare una serie di telecamere IP attraverso uno switch Ethernet o un punto di accesso WLAN.

 

Aspettative del settore marittimo e offshore soddisfatte

Dunque, ciò che ne risulta è un prodotto dalle prestazioni eccellenti anche nelle condizioni più complesse. Ed è esattamente ciò di cui hanno bisogno equipaggi e operatori offshore, che per la massima sicurezza in mare abbinano l’esperienza e le abilità personali con la tecnologia di ultima generazione.

 

Maggiori informazioni sulle soluzioni Parker Pro Display HMI.

 

Meeting Marine and Offshore Approvals is Key to Delivering Safety at Sea Mikko Konttila Mobile Systems Division EuropeQuesto articolo è stato scritto da Mikko Konttila, Mobile Hydraulic Systems Division Europe, Business Unit Electronic Controls, Parker Hannifin Manufacturing Finland Oy.

 

 

 

 

Articoli correlati:

How Does a Smart User Interface Improve Machine Efficiency?

Integrated ISOBUS Functions Help Agriculture Sector Plow Ahead

Meeting New Sulphur Limits for Marine Fuel Oil

La navigazione sicura delle navi in condizioni marittime complesse è una dimostrazione dell’abilità dell’equipaggio e delle prestazioni delle apparecchiature utilizzate.Nelle applicazioni offshore, le condizioni ambientali possono diventare altamente imprevedibili, con ampie oscillazioni di temperatura, umidità e vibrazioni. Tutto questo mette a dura prova sia la strumentazione che le apparecchiature di automazione, in uno scenario in cui le prestazioni di tali sistemi sono estremamente importanti per gli operatori. 

Per fortuna, esistono certificazioni navali obbligatorie che garantiscono che gli apparecchi essenziali ai fini della sicurezza installati a bordo delle navi classificate siano adatti all’attività da realizzare. Ad esempio, le rigorose specifiche dei test UR-E10 della International Association of Classification Societies (Associazione internazionale delle società di classificazione) non sono altro che requisiti particolarmente stringenti per le prove effettuate su apparecchiature elettriche, elettroniche e programmabili destinate ai sistemi di controllo, monitoraggio, allarme e protezione utilizzati nelle navi e in altre applicazioni offshore.

Nella sostanza, la certificazione UR-E10 serve a dimostrare il regolare funzionamento delle apparecchiature in condizioni di prova specifiche, senza dubbio un presupposto confortante in ambienti marittimi e offshore, dove le onde si ingrossano e il tempo cambia repentinamente.

 

Progettazione mirata al rispetto di standard rigorosi

Per i fornitori di apparecchiature, riuscire a soddisfare i requisiti della certificazione UR-E10 è il risultato di una progettazione meditata in ogni fase del processo di sviluppo del prodotto, che vede gli ingegneri lavorare sodo per far sì che le apparecchiature soddisfino le più alte aspettative in tema di prestazioni elettriche, interferenze elettromagnetiche EMI) e ambientali. Nello specifico, per la certificazione UR-E10 occorre effettuare tutta una serie di test multi-punto che coprono diversi aspetti legati alle prestazioni, tra cui test dei guasti all’alimentazione esterna, di immunità a sovracorrente e scariche elettrostatiche (ESD), di caldo secco e caldo umido, di vibrazioni e autoestinguenza, etc.

Pertanto, ottenere la certificazione navale non un’impresa semplice. Ed è per questo che in Parker siamo lieti di annunciare che l’interfaccia uomo-macchina Pro Display 10 ha ottenuto la certificazione UR-E10 e soddisfa pure i requisiti di compatibilità elettromagnetica (EMC) per l’installazione in aree di distribuzione dell’alimentazione generale, offrendo ai clienti una soluzione di interfaccia uomo-macchina (HMI) a ingombro ridotto, conveniente ed affidabile, specifica per applicazioni marittime e offshore.

Oltre a garantire ottime prestazioni nelle condizioni più complesse, Pro Display 10 è dotata di una serie di funzionalità di supporto agli equipaggi.Il robusto modulo del display da 10” con funzionalità multitouch assicura un funzionamento semplice, anche in caso di mare in burrasca.L’interfaccia touchscreen consente un’interazione rapida e accurata con le app del display, sebbene la piattaforma possa anche essere controllata utilizzando pulsanti a distanza o una ruota fonica se lo si preferisce.

Inoltre, l’utilizzo della tecnologia In-Plane Switching (IPS) garantisce immagini nitide e una riproduzione fedele dei colori da diverse angolazioni, caratteristiche particolarmente importanti per le applicazioni marittime, soggette a variazioni delle condizioni di luce molto frequenti.

 

Software intuitivo per ottimi risultati

In termini di sviluppo software, Pro Display è una piattaforma basata su app che fornisce strumenti per creare applicazioni avanzate in modo rapido. UX Toolkit di Parker garantisce maggiore usabilità alle applicazioni HMI per i clienti grazie a funzionalità moderne quali l’interfaccia utente dinamica, animazioni UI fluide e la gestione dei dati intelligente e intuitiva. Con Pro Display, gli utenti del settore marittimo possono utilizzare funzioni HMI personalizzate, tra cui funzionalità meccaniche, di diagnostica, per il monitoraggio e la visualizzazione dei dati e per la gestione del lavoro. 

Inoltre, Pro Display 10 può fungere da unità HMI centrale nel sistema o come display indipendente.Le numerose interfacce di comunicazione si dimostrano particolarmente versatili da utilizzare nelle applicazioni marittime. Ad esempio, quattro bus CAN e Ethernet supportano la comunicazione su vari sistemi nell’applicazione. Oltre alle due interfacce per telecamera analogica, è possibile collegare una serie di telecamere IP attraverso uno switch Ethernet o un punto di accesso WLAN.

 

Aspettative del settore marittimo e offshore soddisfatte

Dunque, ciò che ne risulta è un prodotto dalle prestazioni eccellenti anche nelle condizioni più complesse. Ed è esattamente ciò di cui hanno bisogno equipaggi e operatori offshore, che per la massima sicurezza in mare abbinano l’esperienza e le abilità personali con la tecnologia di ultima generazione.

 

Maggiori informazioni sulle soluzioni Parker Pro Display HMI.

 

Questo articolo è stato scritto da Mikko Konttila, Mobile Hydraulic Systems Division Europe, Business Unit Electronic Controls, Parker Hannifin Manufacturing Finland Oy.

 

 

 

 

Articoli correlati:

How Does a Smart User Interface Improve Machine Efficiency?

Integrated ISOBUS Functions Help Agriculture Sector Plow Ahead

Meeting New Sulphur Limits for Marine Fuel OilParker Hannifin | Parker Hannifin

Contattaci

Richiedi informazioni senza impegno!
Saremo lieti di risponderti!

oleodinamica pneumatica assistenza

Il nostro indirizzo

via alcide De Gasperi, 25D
36060 Pianezze VI